Paesaggi paralleli

Questo viaggio negli USA nell’agosto del 2015, intrapreso in questo momento della mia vita, quando, al limitare di una selva oscura, la paura “che nel lago del cuor m’era durata” si è un poco quietata, è più che una vacanza, è un vero e proprio viaggio, un cammino, una quête, nella consapevolezza che ciò che incontro, nel qui e ora, per quanto distante e diverso, ha un legame con altri luoghi, avvenimenti, esperienze della mia vita.

Ai paesaggi che vivo in questo viaggio se ne sovrappongono altri, in filigrana, sullo sfondo, come in quella vecchia fotografia che, in due scatti sovrappostisi per un errore di caricamento, ritrae la zia Piccia con me in braccio e sullo sfondo una montagna.

Alle persone che incontro in questo viaggio se ne congiungono altre, gli spiriti buoni della mia vita, si rimescolano nei sogni di queste notti, così confusi, nel senso letterale del termine.

La ripetizione è l’essenza del mito, scriveva Pavese. E il mito un concentrato di senso, un evento, una scena, una storia che dà forma alla vita.

11057345_10204694052140809_6932277703896108361_nVista da Moro Rock, Sequoia National Park (foto: Boris P.)

Abbracciare alberi

Mirror river

Buddy bear

Flash flood

Archi, angeli e arcobaleni

Folle Flagstaff

Mugs and magnets

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...