Nel mio giardino

Qualche notte fa ho sognato un bisonte. Non mi ricordo più bene in che contesto. Mi si avvicinava pericolosamente, forte e feroce. Mi sono svegliata quasi di soprassalto, impaurita. Ma anche affascinata, che il bisonte avesse scelto proprio me.

bison-58162_640(foto: http://pixabay.com/es/bison-buffalo-mam%C3%ADferos-animales-58162/)

Stanotte, invece, nel mio giardino c’era un gorilla. Un gorilla grande e grosso, come quelli del film omonimo, un gorilla come uno dei protagonisti della banda selvaggia, i libri di Boris e André.

Se ne stava buono, seduto su una specie di giaciglio di crini di cavallo o di paglia scura, allestito per lui nel retro del giardino, davanti a lui una ciotola di cibo. Lo guardavo dalla finestra e forse mi chiedevo cosa ci stesse a fare un gorilla lì, forse no.

gorilla

(foto: http://farm3.staticflickr.com/2704/5800468292_f5782fe56d.jpg)

Ed ecco che vicino al gorilla vedevo passare una signora, con al guinzaglio una tigre. Lo sfiorava quasi. Sensazione di pericolo. Va a finire che il gorilla salta su e aggredisce la tigre. Una miscela esplosiva.

Una volta sveglia mi chiedo cosa ci stessero a fare, quel gorilla e quella tigre nel mio sogno. Questi animali così selvaggi, così forti, addomesticati in un giardino. Il gorilla seduto come un animalone di pezza nel suo giaciglio, la sua brava ciotola piena di cibo qualunque. La tigre addirittura al guinzaglio. Qualche tempo fa invece si aggirava libera e pericolosa nelle strade di una città, veniva fin sotto il mio portico.

Mi auguro che la tigre si liberi dal guinzaglio, per poter lottare se il gorilla la dovesse aggredire. Mi auguro che il gorilla si alzi dal suo giaciglio e che ridiventi gorilla, a costo di spaventarci tutti. Mi auguro che la tigre a grandi balzi attraversi il giardino, e con la potenza del felino indomito, ne scavalchi il cancello per guadagnare i grandi spazi della foresta.

Mi chiedo che cosa vogliano dirmi questi animali, venuti a trovarmi il bisonte dalle grandi pianure del Nordamerica, il gorilla dall’Africa, la tigre dall’Asia. Parti di me, senz’altro. Messaggi da lontano. Incoraggiamenti, forse, a prendere le cose per le corna, a protestare la mia presenza con un grido rauco, a battermi senza timore, a balzare leggera verso la libertà.

el_tigre_by_amyyschu-d53u8q5(foto: http://amyyschu.deviantart.com/art/El-Tigre-308780717)

 

Questa voce è stata pubblicata in animali, sogni e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...