Ventun dicembre – Buoni propositi

Inutile nasconderlo, il proposito formulato ieri (ascoltare), l’ho mantenuto solo in parte. Ripensando alla giornata, trovo almeno due episodi significativi in cui non ho ascoltato, due situazioni professionali.

L’equilibrio tra ascolto e parola è uno dei più difficili, nel lavoro dell’insegnante. In classe tendo talvolta a interrompere i miei studenti, per farli arrivare al punto, per riassumere quello che hanno detto, per puntualizzare o anche contraddire la loro esposizione. Le loro idee sì, mi sembra di rispettarle, ma li ascolto davvero?

Come insegnante, anche all’università, sento fortissima la mia responsabilità educativa. E non posso fare a meno di vedere che, quella che vorrei fosse solo autorevolezza, viene vista dagli studenti a volte come autorità.

I risultati di una ricerca sul rapporto tra sentimenti e apprendimento, in particolare apprendimento delle lingue (Nicole Ogasa, Gefühle und Lernen im Fremdsprachenunterricht, Peter Lang, 2011) dicono non solo che i sentimenti (positivi o negativi) svolgono un ruolo importante nell’apprendimento (si apprende meglio se si è sostenuti da sentimenti di piacere, dalla motivazione, dall’interesse, da un’immagine positiva di sé…), ma anche che l’atteggiamento dell’insegnante e la sua personalità incide molto più, agli occhi degli apprendenti, che il metodo di lavoro o i contenuti trasmessi. Entusiasmo, passione, empatia, capacità di creare un’atmosfera di fiducia e di collaborazione sono gli elementi decisivi che coinvolgono gli alunni e facilitano l’apprendimento, stimolano l’impegno e favoriscono il successo scolastico.  

Ma – ne parlavo ieri con una collega – queste cose, non ce le ha insegnate nessuno. Le impariamo a poco a poco, a nostre spese, a spese dei nostri studenti, sbagliando, ferendoci o ferendo loro, inciampando, e continuando la nostra strada, a volte per tentativi. Continuiamo a impararle ogni giorno, se facciamo il nostro lavoro con attenzione e con coscienza, se ci prendiamo dei momenti di riflessione e di scambio, momenti che dovrebbero essere permessi, favoriti, e sostenuti dall’istituzione.

E, come ben sappiamo, sbagliando s’impara. Per questo oggi rinnovo il proposito. E lo rinnoverò domani, e il giorno dopo ancora. Solo per oggi.

attimo_fuggente Robin Williams ne (Dead poets society) (foto: http://www.frasiaforismi.com/frasi-film/ci-teniamo-tutti-ad-essere-accettati-lattimo-fuggente/)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ascolto, calendario dell'avvento, insegnamenti, riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...