Undici dicembre – Un luogo dove non sono mai stata

Un luogo dove non sono mai stata, ma dove vorrei andare, è la Tanzania.

Non solo la Tanzania del villaggio masai del quale ormai la Vale è membro adottivo, ma anche la Tanzania di Makalala.

Makalala è un villaggio per bambini a Mafinga. Vi sono accolti bambini orfani o bisognosi di diverse età, accuditi da alcune educatrici, o mamme. Il villaggio è nato per iniziativa di Malaika, una giovane cesenate che conosco solo attraverso i racconti della Vale e di Pierfrancesco.

A Makalala c’è stato Pierfrancesco, proprio un anno fa, e ne è tornato ricco di un’esperienza che sicuramente ha cambiato qualcosa nella sua vita. I suoi racconti, un quaderno intero pieno d’impressioni, di riflessioni, d’immagini e d’impronte delle mani dei bambini, squarciano il velo della quotidianità.

A Makalala c’è stata la Nicoletta, circa un mese fa, e le sue foto parlano, come parla il diario di Pierfrancesco.

Il diario e le foto parlano di bambini soli, di bambini sorridenti, di bambini malati, di bambini quieti, di bambini che si accontentano di poco, un braccialettino intrecciato troppo piccolo per legarlo al polso, un palloncino colorato, due calci a un pallone, un vola vola tutto in tondo.

Makalala offre una casa, cibo, cure, affetto, istruzione. Un progetto forse modesto, ma coraggioso, che vive grazie ad alcuni collaboratori fissi e ai volontari. Qualche edificio, una stalla, un prato, un recinto, e intorno, l’Africa.

Makalala è un luogo d’impegno, di semplicità, di attenzione, di generosità, di dono. Un luogo dove non sono mai stata. Un luogo dove un giorno andrò.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in calendario dell'avvento, giovani, incontri, progetti, realtà, terre lontane e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Undici dicembre – Un luogo dove non sono mai stata

  1. Valeria Vegni ha detto:

    Giovy, quando sto per partire per la Tanzania mi vengono mille paure……ma se penso a tutti quei sorrisi, semplici e disarmanti insieme, non ho dubbi……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...