Il ruggito del coniglio (parte seconda)

Ma la parte del leone, la sera del venerdì santo, l’ha fatta – scusate il gioco di parole – … un coniglio!

Un coniglio bianco con un guinzaglio verde che la Vale e la Paola una domenica mattina hanno visto sfrecciare al parco urbano, mentre, da brave …. in pensione (come si autodefiniscono), si fumavano la loro sigarettina sedute su una panchina.

E qui riproduco il dialogo, come riportato dalla Paola (tono e mimica ve li potete immaginare):

Vale (seduta, fumando assorta la sua sigaretta) – Oh Paola, guarda, un coniglio bianco con un guinzaglio verde!

Paola (come sopra) – Toh! Hai proprio ragione!

(Di lì a poco, una signora “anziana” – avrà avuto 60 anni, dice la Paola – arriva trafelata e le interpella)

Signora Trafelata – Scusate, avete visto per caso passare un coniglio?

(Ndr. Il Parco Urbano di Forlì è PIENO di conigli, di tutte le razze, i colori e le dimensioni, ci sono colonie di conigli, non è altro che una conigliaia, ma va be’…)

Vale (in risposta alla Signora Trafelata) – Sì, è andato da quella parte! (gesto plastico del braccio levato a indicare la direzione)

(La Signora Trafelata si allontana nella direzione e dopo un po’ ritorna, trionfante, con in braccio IL CONIGLIO)

Vale (comprensiva) – Ah, l’ha trovato! Meno male!

Signora Trafelata – Sì, mi fa sempre impazzire, ogni volta mi scappa…

(sipario)

Inutile cercare di descrivere le nostre risate.

Ma, a ben guardare, in questa storia c’è di tutto.

C’è il pittorico (quasi magrittiano) l’assurdo, il tempo che passa, due amiche che, in una nuova “fase” della loro vita, si danno a lunghe passeggiate domenicali, la letteratura (Alice nel paese delle meraviglie), l’attenzione per il prossimo (la signora trafelata), la capacità di non scomporsi di fronte a niente…

Quanta ricchezza, in un coniglio bianco con un guinzaglio verde!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in amiche e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Il ruggito del coniglio (parte seconda)

  1. Maria Giovanna ha detto:

    Sul sito internet del Parco Urbano trovo testuali parole: “I vialetti interni, popolati da numerosi conigli liberi..”
    http://www.turismoforlivese.it/servizi/menu/dinamica.aspx?ID=6512

  2. ritasili ha detto:

    Soprattutto la capacità di non scomporsi di fronte a niente….
    Mi piace l’analisi che hai fatto di questa “chicca” di racconto.

  3. valeria vegni ha detto:

    Quanta grazia in un’ amica, che riesce a scrivere anche per me.

  4. Pingback: I soliti ignoti | bloggiovi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...