Un passo in più

Un post serio, questa volta.

Penso a tutte le persone che in queste settimane e in questi mesi stanno lottando, soffrendo, morendo per la democrazia: in Tunisia, in Egitto, in Libia.

Penso a quelli che vivono da anni in territori di guerra: in Irak, in Afghanistan.

Penso ai rifugiati politici, ai segregati, ai perseguitati.

Penso ai poveri del mondo, in tante zone dell’Africa, in India, ma anche vicino a noi.

Ai senzatetto che incontro per la strada, ai quali è stata rubata la dignità.

Alle donne sofferenti, sottomesse, maltrattate, violentate.

Ai bambini abbandonati, affamati, senza voce.

Ai malati, alle persone sole.

E penso alle persone, alle tante migliaia di persone, che ogni giorno si danno da fare per aiutare il loro prossimo, che si impegnano per un mondo migliore. Alle tante Madre Teresa che offrono la loro vita per i più deboli, ai volontari di Medici senza frontiere e delle altre associazioni che hanno il coraggio di andare in zone di guerra e di povertà per dare il loro aiuto, ma anche ai volontari che, nel loro piccolo, tutti i giorni fanno qualcosa.

La mia vicina, per esempio, che da quattro anni è in casa sola, su una sedia a rotelle, è assistita più volte al giorno dai volontari della Diaconia di Wilmersdorf, che la aiutano a lavarsi, a vestirsi, le fanno da mangiare, la curano. Quando sono a casa, il fine settimana, li sento arrivare ad orari regolari, più volte al giorno.

Vorrei avere il coraggio di fare come loro. Vorrei avere il coraggio di partire per l’Africa, per l’India e di dedicarmi ai più deboli. Vorrei avere il coraggio di accogliere a casa mia un senza tetto, di offrirgli un pasto caldo, un posto dove riposare. Di non avere paura di lui, di non lasciarmi distrarre dal suo aspetto. Di rispettare e onorare la sua dignità di uomo. O di donna.

Vorrei avere il coraggio di essere come Francesco d’Assisi, come Chiara d’Assisi, come tutti quelli che hanno dedicato la loro vita a una causa importante.

Vorrei avere il coraggio di fare quel passo in più, che mi separa dall’essere migliore di quello che sono.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in pensieri e parole e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...